Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

Dante. Un film di Pupi Avati | IIC Colonia

Design ohne Titel(143)

L’Istituto Italiano di Cultura di Colonia presenta la proiezione di Dante, il film di Pupi Avati, che si terrà giovedì 18 gennaio alle 18.30 nella sala teatro dell’Istituto.

Ideato nel 2003, è stato realizzato insieme a Rai in occasione del settecentesimo anniversario della morte del poeta. L‘intimo e complesso racconto della figura di Dante Alighieri si è ritagliato un posto di spicco nella scorsa stagione cinematografica italiana. La pellicola, ispirata al libro di Giovanni Boccaccio, narra la vita del poeta Dante Alighieri con uno sguardo diverso, raccontata dallo stesso Boccaccio – interpretato dal noto attore Sergio Castellitto.

«Nei miei tanti film ho raccontato quanto possa essere eccezionale, addirittura eroica, la normalità degli esseri umani. Ora invece ho cercato di dire che, per quanto sublime, il genio, condivide, come farebbe ognuno di noi, le angustie che ci riserva la vita. Poter narrare Dante Alighieri per la sua umanità, è stato quel dono che attendevo da vent’anni». (Pupi Avati)

Settembre 1350. Giovanni Boccaccio viene incaricato di portare dieci fiorini d’oro come risarcimento simbolico a Suor Beatrice, figlia di Dante Alighieri, monaca nel monastero di Santo Stefano degli Ulivi. Ripercorrendo da Firenze a Ravenna una parte di quello che fu il tragitto di Dante, sostando negli stessi conventi, borghi, castelli, nello spalancarsi delle stesse biblioteche, Boccaccio ricostruisce la vicenda umana di Dante, fino a narrare la sua intera storia.

Pupi Avati ha iniziato la sua carriera dirigendo film horror ed è considerato uno dei più importanti registi italiani di questo genere, con titoli come La casa dalle finestre che ridono (1976) e Zeder (1983), che sono considerati capolavori. La sua filmografia come regista comprende quasi quaranta film e opere televisive. Ha collaborato alla sceneggiatura di Salò o Le 120 giornate di Sodoma (1976), diretto da Pier Paolo Pasolini.

In collaborazione con il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (MAECI).

Durata: 94 min.

In italiano con sottotitoli in inglese