Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

Settimana della Cucina Italiana nel Mondo: apertura della mostra Madonie di Luisa Zanzani | IIC Colonia

manna

Nell’ambito dell’VIII edizione della Settimana della Cucina Italiana nel Mondo, che si terrà dal 13 al 19 novembre 2023 sul tema “A tavola con la cucina italiana: il benessere con gusto”, l’Istituto Italiano di Cultura di Colonia propone una serata dedicata alla manna e al parco delle Madonie, antico centro di produzione di questa straordinaria sostanza dalle molteplici proprietà, che si terrà il 16 novembre alle 19 presso la hall dell’IIC.

Nell’occasione, verrà inaugurata la mostra fotografica Madonie di Luisa Zanzani, alla presenza dell’artista.

Madonie è un viaggio per immagini nel paese natale di sua madre, Pollina, una piccola comunità sulla costa settentrionale della Sicilia, alle pendici della catena montuosa che dà il titolo a questa mostra. Ed è al contempo un viaggio nell’utopia contadina.

La “campagna” di famiglia, dove Giulio Gelardi – cugino della fotografa – coltiva la manna, è uno degli ultimi baluardi di questa antichissima pratica agricola, già conosciuta sull’isola all’epoca della dominazione islamica. La coltivazione della manna, a molti nota solo come immagine biblica, è una tradizione che viene da lontano. Di manna si parla già nel Canone della medicina di Avicenna (X secolo d.C.) e si continuerà a disputare nei testi di botanica fino alla fine del XIX secolo. La secrezione zuccherina ricavata dall’incisione della corteccia di alcune specie di frassino, infatti, ha importanti proprietà medicinali che ne fecero un prodotto ambito e redditizio. L’area tra i comuni di Pollina e Castelbuono fu uno dei centri di produzione più importanti d’Italia fino a quando, negli anni 20 del ‘900, fu possibile sintetizzarne il principio attivo in laboratorio. Dopo la seconda guerra mondiale la cultura della manna cadde nell’oblio per ragioni politiche ed economiche.

Negli ultimi decenni le cose sono cambiate. Dal 1989 le Madonie sono parco naturale e la coltivazione della manna – oggi presidio Slow Food – ha conosciuto una vivace ripresa.

Pochi anni prima, nel 1985, dopo un lungo periodo lontano dalla Sicilia, Giulio Gelardi decide di tornare e riprendere in mano il sapere contadino tramandato dalla sua famiglia – percorrendo ostinatamente al contrario quell’esodo dalle campagne che ha segnato il territorio dal secondo dopoguerra in poi.

Giulio Gelardi si occupa da allora di coltivazione della manna e divulgazione. Pollina e i villaggi limitrofi sono oggi meta di un turismo sostenibile, interessato agli aspetti culturali del territorio. Tra boschi millenari e moderne autostrade, elementi contraddittori di una regione da sempre in cambiamento, le terre della manna stanno riscoprendo il passato e, con esso, la propria identità.

Nel corso dell’inaugurazione saranno presentati alcuni prodotti a base di questa preziosa sostanza, e si potrà degustare un aperitivo di ispirazione siciliana.

Evento in collaborazione con il Consolato Generale d’Italia a Colonia, il Consolato d’Italia a Dortmund e l’Accademia Italiana della Cucina – Delegazione di Colonia. Con il patrocinio del Museo della Manna di Pollina